1
Assiprofessioni
© 2018 Assiprofessioni 
Roberto Pisano intermediario assicurativo iscritto al RUI nella sez. A n. A000084026
P.I.  02782140921 - C.F. PSNRRT56T02B354P - PEC robertopisano@pec.it

16/11/2018, 23:01



LA-RC-POSTUMA-E-LA-RETROATTIVITA’-COMPLETANO-LA-GARANZIA.-SI,-MA...


 




La legge Gelli-Bianco prevede che le polizze di assicurazione stipulate dai medici e dagli operatori sanitari in genere debbano avere una retroattività di 10 anni.

Poche compagnie si sono ad oggi attrezzate per fornire questa importante garanzia nelle loro polizze e, nella maggior parte dei casi, lo fanno chiedendo in cambio premi molto elevati, al punto di scoraggiare i più dal farne richiesta. La mancanza di un sistema sanzionatorio per le inadempienze non è certo d’aiuto.

Come funziona la retroattività della garanzia? Come dice la parola stessa, la garanzia decorre da una data antecedente quella della stipula della polizza, fino a dieci anni e, in alcuni casi, anche illimitatamente.

Un assicurato che cambia compagnia di assicurazioni deve considerare il rischio di rimanere scoperto in caso di richiesta di risarcimenti per sinistri accaduti quando era assicurato con la compagnia precedente. Acquistare una garanzia retroattiva può mettere al riparo da questo rischio, ma attenzione: sono compresi nella garanzia retroattiva solo quegli eventi dei quali il medico viene a conoscenza per la prima volta nel momento in cui riceve la richiesta di risarcimento. Significa che la consapevolezza di qualunque circostanza passata che avesse potuto far ipotizzare una futura richiesta di risarcimento renderebbe automaticamente non valida la garanzia retroattiva.

Ma allora si deve rimanere per sempre legati alla stessa compagnia? Anche questo non sempre  possibile, perché non tutti i rischi vengono coperti in modo adeguato da tutte le compagnie presenti sul mercato e può rendersi necessario scegliere la polizza dii una diversa compagnia in caso di modifiche dello status professionale (e quindi del rischio), o in caso di sopraggiunta minore affidabilità della vecchia impresa di assicurazioni.

Alcune compagnie offrono una garanzia postuma   di cessazione della polizza di assicurazione (attenzione: è una cosa diversa dalla postuma per cessazione dell’attività professionale!). Si tratta di una garanzia prevista dalla Legge 4 agosto 2017 n. 124, che impegna le compagnie a coprire tutte le richieste di risarcimento per danni verificatisi durante il periodo di validità della polizza, anche se dovessero pervenire fino a 10 anni dopo la sua cessazione. Purtroppo, oltre ad essere una garanzia abbastanza costosa, è offerta da pochissime imprese di assicurazione.

Il suggerimento che possiamo dare è quello di affidarsi sempre a un consulente esperto come un agente di assicurazioni professionista e specialista, che aiuterà a valutare ogni aspetto del delicato passaggio, anche alla luce delle opportunità offerte dalle diverse polizze presenti sul mercato e delle varie forme assicurative.
 

 

16/11/2018, 18:59

sinistri, RC medica, claims made



RESPONSABILITA’-CIVILE,-LA-CLAUSOLA-CLAIMS-MADE-NON-PIACE-AI-GIUDICI


 




Moltepolizze di assicurazione della responsabilità civile professionale sonoconcepite nella formula "claims made". Significa che sono coperti soltanto isinistri denunciati durante il periodo di validità della polizza, compresiquelli accaduti nel periodo di retroattività eventualmente previsto. 

 Tuttobene, finché si resta assicurati con la stessa compagnia, ma cosa succede a chinel frattempo ha dovuto cambiare polizza? Pensiamo al medico assicurato con unacompagnia che non intende modificare la polizza per ricomprendere unaspecializzazione nel frattempo conseguita; oppure al professionista che nonvuole accettare la riforma in pejus della sua polizza proposta dalla compagnia.Se non si riesce a trovare una nuova compagnia disponibile a concedere unadeguato periodo di retroattività si rischia di trovarsi in situazioniimbarazzanti, in caso di sinistro. 

 Inquesto caso, infatti, la denuncia di sinistro che dovesse pervenire dopo lascadenza della polizza non troverebbe accoglimento! Un bel problema per chi hapagato la polizza, magari per anni, trovandosi poi a dover far frontedirettamente a una pretesa risarcitoria. 

 Inattesa di un auspicabile intervento a livello legislativo che rendaobbligatoria l’applicazione del più tutelante principio del "losses occurring" (esattamentecome capita nella RC Auto, dove un sinistro viene coperto dalla polizza invigore nel momento del suo accadimento, a prescindere dalla data in cui allacompagnia perviene la richiesta di risarcimento), l’unica via per far valere ipropri diritti sembra essere quella giudiziaria.Si susseguono da tempo, infatti, lesentenze che condannano le compagnie a pagare anche i sinistri pervenutisuccessivamente alla cessazione della polizza, quando ricadenti nella formulaclaims made. 

 Unadelle più recenti sentenze della Corte di Cassazione è la n. 10506 del28/04/2017 (III Sezione), del cui commento giuridico vi invitiamo a prenderevisione nell’interessante articolo sul sito di Altalex.    http://www.altalex.com/documents/news/2017/05/03/clausola-claims-made 

Roberto Pisano


1

indice degli articoli

Create a website